Versione italiano English version

PMetro è un sistema di misura in tempo reale delle polveri fini, che utilizza una stazione mobile di altissima tecnologia, installata su di una vettura del Minimetrò, integrando i dati rilevati ogni giorno dalle centraline dell'ARPA.

Cosa sono le polveri fini

Le polveri fini (PM) sono un inquinante costituito da una miscela complessa di sostanze organiche e inorganiche allo stato solido o liquido di composizione molto variabile. Le particelle sono capaci di adsorbire sulla loro superficie diverse sostanze con proprietà tossiche quali solfati, nitrati, metalli e composti organici volatili.

Da un punto di vista dimensionale, il PM si suddivide in varie frazioni:

  • il particolato grossolano di dimensioni superiori ai 10 µm (1 µm = 1 millesimo di mm);
  • il PM10 - particelle inferiori a 10 µm;
  • il PM10-2.5- coarse- (diametro tra 2.5 e 10 µm);
  • il PM2.5 - particolato fine (diametro inferiore a 2,5 µm);
  • le polveri ultrafine (UFP, diametro inferiore ad 0.1 µm).

Le dimensioni delle particelle determinano il tempo di permanenza in atmosfera: la sedimentazione e le precipitazioni rimuovono ad esempio il PM10 dall'aria entro poche ore dalla loro emissione, mentre il PM2.5 può rimanere sospeso per giorni o settimane, ed essere trasportato – in particolare la frazione UFP (Ultra Fine Particle) – per lunghe distanze.

Il livello di concentrazione delle PM10 nelle aree urbane aumenta nel periodo autunno-inverno, cioè quando al traffico veicolare  si aggiungono le emissioni di polveri derivanti dall'accensione degli impianti di riscaldamento, in modo particolare quelli alimentati a biomasse legnose. Le condizioni meteorologiche di questo periodo, inoltre, favoriscono un innalzamento del livello delle polveri fini. Fenomeni atmosferici come quello dell'inversione termica, infatti, causano lo schiacciamento delle polveri al suolo e ne impediscono la dispersione.

Da www.spolveriamolaria.it 

ARPA Umbria Comune di Perugia Leitner Ropeways FAI Instruments Minimetrò Università degli Studi di Perugia